Shopping Idea La tua guida agli acquisti


Giocattoli e sicurezza


Come riconoscere i giocattoli sicuri e adatti per ogni età.

  • Giocattoli - sicuri, sani ed ecologici?

Di anno in anno tornano le festività natalizie, i compleanni e le feste. Molti di noi si chiedono COSA REGALARE AL PROPRIO BAMBINO? I giocattoli fanno parte degli acquisti più importanti e per questo il loro acquisto dovrebbe essere ben meditato. Prendetevi tempo e non comprate istintivamente la prima cosa che vi capita.

Scegliete accuratamente e riflettete sui punti seguenti: I bambini hanno bisogno di giocattoli adatti alla loro età. I bambini piccoli imparano a costruire meglio con cubi grandi per le costruzioni. I bambini che vanno già a scuola sono abbastanza abili per giocare anche con dei pezzi più piccoli.

I giocattoli dovrebbero essere duraturi, versatili ed essere riutilizzabili in maniera diversa e nuova nei diversi gradi di età. L'esempio migliore: la cara, vecchia scatola per le costruzioni di legno è sempre amata dai bambini fino al periodo scolastico. I giocattoli devono essere divertenti per i bambini ed aiutarli a comprendere e cominciare a toccare il mondo che li circonda.

Tra questi rientrano anche le automobili, i colori vivaci e la plastica, perché costituiscono gran parte del nostro mondo dedicato al gioco, al lavoro e al tempo libero. Bisogna risvegliare la capacità e la voglia di fare da sè. I bambini non vogliono essere spinti in un mondo di giocattoli preconfezionati, in cui sono praticamente assenti gli elementi che caratterizzano la nostra vita quotidiana.

Ogni volta che è possibile lasciate fare ai bambini delle esperienze con gli oggetti "veri". Concedete al Vostro bambino di giocare con il mestolo e con il cacciavite, lasciate che anche i bambini cucinino e che le bambine usino il martello! Dai giocattoli non devono derivare pericoli né danni per la salute.In teoria la sicurezza dei giocattoli ha la miglior regolamentazione possibile. L'Unione Europea ha emanato in merito la norma EN 71 e ha creato il marchio CE.

Il produttore deve apporre il marchio CE e garantire di attenersi alle prescrizioni. Qualora il marchio CE non ci fosse, bisogna concludere che non si tratta di un produttore particolarmente attento alle tematiche della sicurezza. Nelle fasi di produzione e di smaltimento dei giocattoli non si dovrebbero provocare danni all'ambiente con delle sostanze nocive.

Ad esempio la maggior parte delle bambole di plastica e dei giocattoli "d'azione" sono in PVC, una sostanza plastica derivata dal cloro, e sostanze ammorbidenti, aggiunte al PVC per renderlo particolarmente morbido e duttile. Si teme che molte di queste sostanze siano cancerogene; anche lo stesso PVC contiene sempre resti di monovinilcloridi, dai quali è prodotto. Tali resti sono cancerogeni e vengono ceduti costantemente dagli oggetti che li contengono.

Al momento di acquistare una bambola riflettete dunque se non possa andare bene anche una bambola di stoffa. Il giocattolo non è mai stato soltanto una cosa per giocare. L'angolo delle bambole dei nostri genitori e dei nostri nonni era qualcosa da mostrare, la ferrovia era un giocattolo per il papà piuttosto che per i bambini. In base a queste riflessioni sorge spontanea la domanda: Che fare? Il giocattolo che esalta la violenza e che afferma pregiudizi va rifiutato.

Spiegate tuttavia al vostro bambino i motivi del vostro rifiuto, perché il semplice divieto rende il giocattolo ancora più interessante. Giocattoli di plastica: oggigiorno il mondo dei giocattoli è dominato da una varietà in plastiche e di colori vivaci. Anche se i produttori garantiscono la sicurezza per i bambini e l'assenza di sostanze nocive, la marea di plastica nella camera dei bambini dev'essere vista criticamente sotto l'aspetto ecologico e sanitario.

Ecco alcuni consigli: rinunciate a giocattoli in plastica morbida in PVC. Qualora un simile giocattolo dovesse essere inghiottito da un bambino potrebbe causare lesioni interne. I succhi gastrici e intestinali sciolgono le sostanze ammorbidenti dal PVC e nell'intestino rimane una parte di plastica a spigoli vivi. Comprate orsacchiotti e animali di peluche in fibre naturali (mohair, cotone) lavabili. Lavate l'animale di peluche prima di regalarlo al bambino.

Asciugatelo bene all'aria aperta, affinchè non possano farsi strada delle muffe. Non fatelo lavare in lavanderia (a secco), perché le sostanze chimiche resistono a lungo nelle fibre. Evitate i giocattoli troppo sofisticati. Orientatevi per tempo verso un gioco di costruzioni e comunicatelo a nonni e parenti che si accingono a fare dei regali. Scegliete semplici elementi base con pochi accessori, perché già questi stimolano la fantasia del bambino.

Videogiochi: I bambini si occupano con i videogiochi da soli o al massimo in due, senza far rumore e senza far movimento. Troppi giochi al computer sono certamente nocivi per lo sviluppo di un bambino, insistete quindi perchè faccia delle pause, ad es. correndo, se possibile, all'aperto e affinchè giochi con gli altri bambini, poichè il movimento nella natura all'aperto aiuta a ridurre aggressività e frustrazioni.

Giocattoli a ruote: Tra questi ci sono tricicli, pattini a rotelle, go-carts, biciclette da bambino con e senza ruote di sostegno. Comperate la bicicletta soltanto nei negozi specializzati e fatevi consigliare. Fate attenzione a che le ruote siano adeguate all'altezza del bambino e fatene controllare più volte all'anno la sicurezza ed i freni. L'ideale è comprare subiito anche il casco già con la prima bicicletta.

Giochi da scacchiera: I giochi da scacchiera o i giochi di società sono diventati il simbolo della comunicazione in famiglia, quale alternativa al consumo passivo dei mass media. Riguardo ai giochi a scacchiera bisogna fare attenzione ai contenuti, alla forma e al materiale con cui sono fatte le figure e la confezione, ma anche agli stimoli forniti dal gioco, perchè un gioco noioso non può trasmettere contenuti.

Ma anche un gioco per quanto ecologico non potrà mai cogliere il vero valore della vita quotidiana. Per questo un comportamento in sintonia con l'ambiente, il vivere insieme nella natura o dei piccoli esperimenti possono insegnare molto di più dei giochi "in scatola". Giocattoli in legno Il legno è raccomandato dai pedagogisti quale materiale naturale e caldo. E' da preferire il giocattolo ricavato da legno non trattato.

Le parti dipinte o verniciate devono poter essere morse o succhiate dai bambini, senza che ciò comporti delle conseguenze. Colori, plastilina e colla: In commercio ci sono molti buoni prodotti, anche naturali. Fatevi consigliare in ogni caso in un negozio specializzato e fatevi spiegare di che sostanze si tratta e qual'è la composizione.

La plastilina e la pasta matta sono facili da fare in casa: il Centro Tutela Consumatori fornirà volentieri delle informazioni in merito. Riguardo alla colla, utilizzate quella senza solventi, preferite prodotti ricavati da materie prime che ricrescono, come l'amido, e comprate flaconi grandi da usare per ricaricare le boccette - risparmierete così molte confezioni.

E, per concludere: Fate in modo che ci sia lo spazio, il tempo e l'opportunità per giocare, soprattutto per l'attività motoria all'aperto e in particolare per i bambini che vanno a scuola. Partecipate ai giochi dei bambini e concedete loro spazio e tempo per affermare e sperimentare le loro possibilità e capacità.

La società moderna ha creato per gli adulti molto tempo libero. Regalate ai bambini un po' di questo tempo! Qualsiasi giocattolo, per quanto sia ecologico e adatto al bambino, non potrà mai sostituire un genuino e affettuoso rapporto con gli altri.

Go to top of page