Shopping Idea La tua guida agli acquisti


Materiali e attrezzature per mobili


Quali attrezzature sono necessarie per la manutenzione e riparazione dei mobili

La gamma delle riparazioni di mobili è talmente ampia che esistono molti attrezzi utili. Sebbene la maggior parte delle persone possieda attrezzi per lavorare il legno, è consigliabile avere anche alti strumenti più appropriati. Utensili elettrici come trapani, seghe circolari, sabbiatrici, possono essere costosi, ma valgono la pena di un piccolo investimento per risparmiare tempo e guadagnare in precisione.

Gli strumenti più utili per misurare e per tracciare sono un metro retrattile, una riga graduata in acciaio, e una squadra fissa. Occorre maneggiare gli utensili con cura: se rimarranno danneggiati non saranno più precisi.

E' consigliabile acquistare attrezzi di buona qualità e assicurarsi che le parti metalliche siano ben fissate con quelle in legno. Ne esistono di diversi tipi e misure, ma le più utili sono la sega a pannello e la sega per tenoni.

Saranno necessari un cacciavite grande e un cacciavite a croce piccolo, scalpelli di varie misure con palette di forme diverse. Utilizzare un mazzuolo di legno per guidare gli scalpelli e per unire le varie parti.

  • ATTREZZI:

Tenaglie e pinze Utilizzare una tenaglia da falegname per estrarre chiodi e puntine. Utilizzare le pinze con ganasce a punta o arrotondate per piccoli pezzi, per tagliare fili e per maneggiare piccole sezioni di metallo.

Seghe per tenoni e scatola per giunti ad angolo retto Questa sega a una lama rettangolare diritta con un dorso rigido. Si utlizza per iltaglio di precisione del legno, in particolare per fare dei giunti.

Le guide angolate ai lati della scatola per giunti ad angolo retto trattengono la lama della sega per tenoni mentre taglia giunti a 45 gradi oppure adangolo retto. Morsa Una coppie di morse di medie dimensioni è necessaria per incollare cornici e per stringere insieme delle tavole.

Punteruolo Lapunta del punteruolo esegue incisioni nel legno, che costituiscono il foro iniziale per le viti. Squadra combinata Le squadre combinate sono utensili per misurare e per tracciare che possono essere utilizzati come riga d'acciaio, squadra fissa, squadra a 45% e livella. Ago sagomato da utilizzare per copiare ilprofilo di un pezzo sagomato o modellato.

Gli aghi scorrono in una guida per aderire alla forma contro la quale sono premuti. Martello Un martello a penna saràutili specialmente per togliere i chiodi.

E' consigliabile un martello a croce di poco peso per i chiodini dei pannelli. Raspe e lime più ruvide delle rime, le raspe hanno lunghi denti per lavorare il legno. Sono disponibili in versione piatta,semi-arrotondata e arrotondata. Graffietto da faleganame si utilizza per tracciare linee parallele al bordo o alla parte finale di un pezzo di legno o di tavola.

  • MATERIALI

Acquaragia: questo sostituto della trementina serve per la rifinitura e per la pulizia del mobile. Olio di semi di lino: mescolare quest'olio con acquaragia per rendere più lucido il mobile. Abitualmente l'olio di semi di lino è utilizzato per nutrire il legno, ma è assorbito molto lentamente.

Paglietta: utilizzare paglietta di grana molto fine per opacizzare finiture lucide e pulire vecchie tracce di cera. Abrasivi liquidi: crema per brunitura, pulitori di vernici per auto e lucidanti del metallo sono tutti sufficietemente abrasivi per rimuovere macchie da una superficie lucidata e per dare vivacità a superfici opache.

Candeggina bicomponente: in commercio, è una candeggina molto forte, che può addirittura far scolorire il legno, da usare con cautela. Alcol denaturato: rimuove macchie di inchiostro e la gommalacca dai mobili. E' inoltre utilizzato per rimuovere l'olio di semi di lino durante la lucidatura con lacca a tampone.

Matite di cera: sciogliere e utilizzarle per riempire piccoli buchi e scheggiature. Agente stabilizzante: in commercio, serve a turare buchi di medie e grandi dimensioni nel legno. Legno plastificato: questo stucco indurisce al punto da poter ricostruire spigoli scheggiati o rotti.

Liquido per tarli: è un insetticida chimico che uccide le larve dei parassiti del legno e previene nuove infestazioni. Cera di candela: può essere utilizzata per lubrificare cassetti e porte non scorrevoli.

Sverniciatore chimico: vi sono diversi prodotti che dissolvono in modo sicuro vecchi strati di pittura e vernice dalle superfici di legno. Stucco per le venature del legno: esso è costituito da polvere di porcellana, o pigmenti colorati o bianchi mescolati con acquaragia e olio di semi di lino.

Può essere utilizzato per riempire i pori delle venature del legno. Abrasivi: carte abrasive sono disponibili in grana grossa media e fine (a seconda della misura della granigliatura).

< Go to top of page